Robocamp 2016

  • PERCHE' LA ROBOTICA

    PERCHE' LA ROBOTICA


    lezione-prova-junior
    Studiare e applicare la robotica non è importante soltanto per imparare a costruire o a usare i robot, ma anche per imparare un metodo di ragionamento e sperimentazione del mondo.

    Infatti la Robotica raccoglie tutte le competenze necessarie alla costruzione di macchine (meccanica, elettrotecnica, elettronica), di computer, di programmi, di sistemi di comunicazione e di reti.

    Il profilo particolare di questa nuova scienza promuove le attitudini creative negli studenti, nonché la loro capacità di comunicazione, cooperazione e lavoro di gruppo.

    lo studio e l'applicazione della Robotica, favoriscono negli studenti un atteggiamento di interesse e di apertura anche verso le tradizionali discipline di base (p. es. matematica, fisica, disegno tecnico, simulazione di comportamenti animali, meccanica etc.).

    L’uso di kit robotici favorisce l’interesse per la scienza presso le ragazze/bambine le quali sono, nelle nostre scuole, tradizionalmente indirizzate per motivi socio/culturali verso materie umanistiche.
     
  • DIREZIONE E STAFF

    DIREZIONE E STAFF
    WebCamp
    I ROBOCAMP sono diretti dallo staff di IoRobot, docenti di scuola secondaria e docenti di scuola secondaria di primo grado, specialisti di robotica. 


    Lo staff sorveglia, controlla e coordina le varie attività in accordo con gli obiettivi definiti con il dirigente scolastico che ospita il ROBOCAMP. Oltre al personale dello staff, anche gli Helpers (studenti di scuola secondaria di II grado) affiancano le attività del CAMP. Questi vengono selezionati con scrupolo e seguono un corso selettivo che precede l’inizio dei Camps. 

    RAPPORTO  STAFF-STUDENTI: 3 persone di staff autorizzato con 16 studenti + insegnate della scuola ospitante.
     
  • COSA IMPARIAMO

    COSA IMPARIAMO


    DSC 0050



    Alla fine del ROBOCAMP il partecipante:


    ·         Sviluppa strategie nel problem solving.

    ·         Migliora la capacità di progettazione di piccoli comportamenti robotici.

    ·         Utilizza nuovi strumenti tecnologici rivolti alla robotica.

    ·         Si apre a nuove esperienze di sviluppo di strategie risolutive a problemi matematici e tecnologici.

    ·         Si sente motivato ad approfondire tematiche tecnologiche.
     
  • UBICAZIONE

    Le attività didattiche e ricreative si svolgono solitamente presso i locali scolastici o gli spazi scelti dal Comune o centri sportivi.
    Si necessitano sia spazi al chiuso che spazi all’aperto.
  • ASSICURAZIONE

    IoRobot assicura tutti i partecipanti, inclusi Tutors, contro gli infortuni e R.C.
  • METODO DIDATTICO

    Gli incontri si svilupperanno attraverso lezioni interattive e - soprattutto - l’esplorazione guidata in piccoli gruppi di lavoro in situazione di problem solving.
    Il numero dei ragazzi partecipanti a ciascun gruppo sarà di due.
  • FASI DEL LAVORO SVOLTO DAI GRUPPI

    ·         Presentazione, osservazione, analisi-esplorazione della componentistica.

    ·         Avvicinamento al linguaggio/software di programmazione.

    ·         Progettazione di robot: scelta dei traguardi da raggiungere, formulazione di ipotesi, progettazione.

    ·         Realizzazione meccanica degli oggetti artificiali, programmazione collaudo e verifica dei robot realizzati.

    ·         Osservazione, riflessione (sul comportamento dei robot - sui concetti scientifici e tecnologici) ed eventuale riprogettazione, sulla base degli errori riscontrati.


    ·         Collaudo e verifica definitiva.

    ·         Documentazione dell’esperienza.
  • MATERIALI FORNITI

    ·         Kit completo NXT Lego con attuatori, sensori e mattoncino “intelligente” per ogni gruppo di lavoro.

    ·         Computer per la programmazione.

    ·         Documentazione tecnica.
  • ESEMPIO GIORNATA TIPO

    Ore

    Attività

    9.00

    Preapertura con giochi robotici sorvegliati dai Robotic Tutors

    9.30

    Inizio delle attività didattiche con lezione di Code e Scratch: implementazione di algoritmi

    11.00

    Problemi Robotici: soluzioni di problemi robotici con costruzione di robot, programmazione e condivisione dei risultati

    12.30

    Pranzo nel Camp

    13.30

    Break con attività della mente: giochi filosofici e giochi matematici

    15.00

    Ripresa delle attività di robotica, costruzione e programmazione di robot.

    17.00

    Fine delle attività e rientro in famiglia

  • ISCRIZIONI

    ROBOCAMP 2016


    i corsi si svolgeranno nelle seguenti localita premere sul corso desiderato per effettuare l'iscizione.

    INIZIO FINE LUOGO ISTITUTO
    13 GIUGNO 17 GIUGNO PAULLO Istituto Comprensivo Statale "E.Curiel"
    20 GIUGNO 24 GIUGNO PAULLO Istituto Comprensivo Statale "E.Curiel"
    27 GIUGNO 01 LUGLIO  SPINO D'ADDA Istituto Comprensivo "Luigi Chiesa"
    04 LUGLIO 08 LUGLIO LODI Istituto Comprensivo Lodi V "F. Cazzulani"
    11 LUGLIO 15 LUGLIO CREMA Istituto Comprensivo Crema Due
    18 LUGLIO 22 LUGLIO SERGNANO Istituto Comprensivo Sergnano
    29 AGOSTO 02 SETTEMBRE OFFANENGO Istituto Comprensivo "Falcone Borsellino"











    ISCRIZIONE
  • Scuola dell'infanzia

    bee-botQuesto simpatico robot a forma di ape è un nuovo strumento didattico ideato per gli alunni dalla scuola materna alla primaria.
    È in grado di memorizzare una serie di comandi base e muoversi su un percorso in base ai comandi registrati. Bee-Bot possiede tutti i comandi sul dorso: avanti, indietro, svolta a sinistra e a destra.


    bee-bot-2Tematica: Realizzazione di un percorso pensato e costruito con i bambini
    Classe/Sezione: Scuola dell'Infanzia, bambini di 5 anniProblema/Stimolo: Introduzione dell’artefatto l’ape robot
    Prerequisiti: Sapersi orientare nello spazio

    Il processo didattico si svolge in 3 step:

    1. Esplorazione: 
    2. Azione:
    3. Realizzazione:
  • Scuola Primaria

    robotica-scuola-primariaNel contesto di sviluppo dell’impiego didattico delle nuove tecnologie, la robotica rappresenta un ampliamento e potenziamento di quanto sinora riferito alla multimedialità e all’impiego dei computer del laboratorio.




    • Obiettivi didattici: Diusione di buone pratiche didattiche (Imparare facendo), sviluppo della capacità di ricercare informazioni adeguate per lo sviluppo di nuove conoscenze e sviluppo di competenze acquisite in ambienti di apprendimento di tipo collaborativi.
    • Obiettivi generali: Socializzazione e collaborazione tra alunni, rogressione nell’acquisizione di autonomia operativa e potenziamento i capacità quali ascolto, attenzione, concentrazione.
    • Obiettivi specifici: Fare esperienza di lavoro di gruppo, apprendere in modo multidisciplinare ed acquisire un linguaggio di programmazione di tipo grafico.
  • Scuola Secondaria

    robotica-scuola-secondariaIoRobot incentiva l’uso della robotica come strumento didattico. Ma cosa signica insegnare, educare, costruendo e programmando robot?
    Signica che gli studenti e le studentesse sono più coinvolti nello studio delle materie scientico-tecnologiche e non solo. Signica mettere in moto la propria creatività, imparare a condividere, a collaborare, imparare a comunicare.




    • Obiettivi didattici: Realizzare un artefatto dotato di un mattoncino intelligente e di dispositivi sensoriali costituisce, per un giovane studente, un’attività complessa ma stimolante che trova le sue espressioni in una pratica laboratoriale e di sperimentazione orientate ad oggetti reali e non astratti. Sono compiti che richiedono abilità pratico-costruttive, sviluppo di capacità logico-formali, una signicativa attitudine all’osservazione critica e alla rielaborazione dei progetti, in un ambito necessariamente collaborativo.
    • Obiettivi generali: Sviluppare percorsi laboratoriali nell’area tecnologica scientifica, coinvolgere attivamente gli studenti nel loro processo di apprendimento e di costruzione delle conoscenze, promuovendo il pensiero creativo.
    • Obiettivi specifici: Comprendere le funzioni che svolgono i componenti dei Kit robotici nella realizzazione delle strutture portanti, della meccanica del movimento . (Velocità, accelerazione e potenza: le leggi del moto. Studio delle variabili spazio-tempo), conoscere le caratteristiche dei sensori di contatto, luce, temperatura, suono e ultrasuono e le grandezze fisiche legate ad essi. Saper organizzare i dati di un problema da risolvere mediante schemi o graci e tradurre gli algoritmi con linguaggi di programmazione, utilizzare l’operatività per stimolare la capacità di analisi, la capacità organizzativa e la capacità di comunicare.
  • Robocamp

    robotica-scuola-secondariaI ROBOCAMP sono settimane di gioco- studio nella propria scuola o nella propria città. Offrono ai ragazzi un’efficace full immersion nella robotica poiché le attività didattiche e ricreative, animate da Tutors specializzati, stimolano costantemente i ragazzi a progettare, costruire, programmare robot.




    • Obiettivi didattici: Realizzare un artefatto dotato di un mattoncino intelligente e di dispositivi sensoriali costituisce, per un giovane studente, un’attività complessa ma stimolante che trova le sue espressioni in una pratica laboratoriale e di sperimentazione orientate ad oggetti reali e non astratti. Sono compiti che richiedono abilità pratico-costruttive, sviluppo di capacità logico-formali, una signicativa attitudine all’osservazione critica e alla rielaborazione dei progetti, in un ambito necessariamente collaborativo.
    • Obiettivi generali: Sviluppare percorsi laboratoriali nell’area tecnologica scientifica, coinvolgere attivamente gli studenti nel loro processo di apprendimento e di costruzione delle conoscenze, promuovendo il pensiero creativo.
    • Obiettivi specifici: Comprendere le funzioni che svolgono i componenti dei Kit robotici nella realizzazione delle strutture portanti, della meccanica del movimento . (Velocità, accelerazione e potenza: le leggi del moto. Studio delle variabili spazio-tempo), conoscere le caratteristiche dei sensori di contatto, luce, temperatura, suono e ultrasuono e le grandezze fisiche legate ad essi. Saper organizzare i dati di un problema da risolvere mediante schemi o graci e tradurre gli algoritmi con linguaggi di programmazione, utilizzare l’operatività per stimolare la capacità di analisi, la capacità organizzativa e la capacità di comunicare.